Orari operativi segreteria: 9.00/13.00 - 14.00/18.00 | t. +39 0432.484.891 | m.
Orari clinica su appuntamento: 8.00/19.00 | 1° sabato del mese: 9.00/13.00

Un team affidabile

per tutti i
Servizi al paziente

Un sorriso perfetto

da indossare
in ogni occasione

Parodontologia

Gengive sane in una bocca sana

Lo Studio Fabbro si occupa da anni di parodontologia e il dott. Sandro Fabbro ha seguito con successo migliaia di pazienti con problemi alle gengive e all’osso. Grazie all’esperienza e alla dedizione assidua, la nostra clinica odontoiatrica a Udine è in grado di curare le diverse forme di malattia parodontali, come gengiviti, parodontiti e perimplantiti.


Malattie parodontali

La malattia parodontale e peri-implantari sonio strettamente legate agli stili di vita, sono provocate da alcune specie batteriche e sono influenzate nel loro decorso e gravità da numerosi fattori locali e sistemici. Le malattie parodontali si distingue in gengiviti e parodontiti. La malattia che colpisce i tessuti periimplantari si distingue in mucosite e periimplantite. La malattia parodontale nella popolazione italiana ha valori molto alti, circa il 60%, le forme avanzate sono del 10-15% e aumenta drasticamente dai 35-44 anni.


Gengiviti

Le gengiviti interessano la gengiva più esterna e si manifestano con arrossamento del margine gengivale, gonfiore, arrossamento, sanguinamento e aumento di volume gengivale. Sono reversibili ma possono precedere una parodontite.


Parodontiti

Le parodontiti sono un gruppo di patologie che distruggono i tessuti di supporto dentale. Clinicamente si manifestano con perdita di attacco gengivale e osseo, formazione di tasche e recessioni. La distruzione dei tessuti di sostegno dei denti per la maggior parte dei casi è irreversibile. La parodontite si classifica in:


  • parodontite ad insorgenza precoce che si sviluppa in giovane età;
  • parodontite dell’adulto che si sviluppa dopo i 35 anni ca.;
  • parodontite necrotizzante.

Mucosite peri-implantare

La mucosite peri-implantare è un’ infiammazione reversibile a carico dei tessuti marginali peri-implantari senza perdita di supporto osseo.


Perimplantite

La perimplantite è un’infiammazione che colpisce il tessuto osseo in cui è stato inserito l’impianto dentale e ne causa la progressiva perdita, fino alla caduta dell’impianto stesso.


Terapia

La malattia parodontale determina diverse forme di lesione dei tessuti gengivali ed ossei (infiammazioni, retrazione, tasche). Le terapie che si possono attuare contro di essa sono sostanzialmente di 2 tipi: OSTEORESETTIVA e RIGENERATIVA. La prima ha lo scopo di arrestare il procedere della malattia ricreando tessuti sani ad un livello più apicale del dente. Mentre, la terapia rigenerativa, in casi selezionati, può ricreare i tessuti parodontali persi.

Casi clinici collegati

una visita?

è a portata di click

Per prenotare la tua visita di controllo, è sufficiente compilare il form sottostante.

Ti risponderemo in tempo reale.

Wiki

Caso 1

Batteri e traumi ripetuti possono determinare la perdita dei tessuti parodontali...che opportune tecniche terapeutiche possono ricostruire.

Caso 2

Le recessioni gengivali vanno ricoperte per motivi funzionali (sensibilità, carie radicolari) o estetici.

Caso 3

Anche pazienti con gravi lesioni parodontali possono essere gradevolmente riabilitati associando terapie parodontali e protesiche.

Caso 4

Approfondimento

Lo Studio Fabbro si occupa da anni di parodontologia e il dott. Sandro Fabbro ha seguito con successo migliaia di pazienti con problemi alle gengive e all’osso. Grazie all’esperienza, al know-how e alla tecnologia all’avanguardia, la nostra clinica odontoiatrica a Udine è in grado di curare le diverse malattie parodontali, come gengiviti, paradentiti.
 

MALATTIE PARODONTALI

Le malattie parodontali si distinguono in GENGIVITI e PARODONTITI e sono causate da alcuni batteri presenti nella placca batterica. Questi microbi sono normalmente presenti nel cavo orale ma, in caso di scarsa igiene, possono scatenare una risposta infiammatoria da parte del nostro organismo i cui effetti variano in ogni individuo.
 

FATTORI DI RISCHIO

La risposta infiammatoria è infatti condizionata dai così detti fattori di rischio alcuni dei quali sono il diabete mellito tipo 2 , l’abitudine al fumo di sigaretta, la presenza di anomalie genetiche nella risposta delle cellule infiammatorie.
 

GENGIVITI

In un soggetto in cui NON SONO presenti fattori di rischio l’accumulo di placca determina l’infiammazione della porzione più superficiale della gengiva , senza che ci sia distruzione dell’osso attorno al dente. Le gengiviti si manifestano con arrossamento del margine gengivale, edema, sanguinamento e aumento di volume gengivale. Sono reversibili, in seguito alla rimozione di placca e tartaro le gengive ritornano al loro stato di salute.
 

PARODONTITI

Nei soggetti in cui SONO presenti fattori di rischio l’infiammazione causata dalla placca batterica da luogo al deterioramento del legamento che unisce il dente all’osso, la perdita dello stesso osso di supporto del dente fino alla perdita del dente stesso.
 

STATISTICHE

In Italia il 60-70% degli adulti è affetto, secondo vari gradi, da malattia parodontale di questi il 10-14% ha una forma di malattia grave ed avanzata L’aumento dell’incidenza è drastico nell’intervallo di età compreso tra i 35 ed i 44 anni anche se nel 7-8% dei casi la malattia compare in età giovanile.
 

COME CI SI ACCORGE DI AVERE UNA MALATTIA PARODONTALE?

Sanguinamento delle gengive , mobilità dei denti, dolore gonfiore gengivale, ascessi ricorrenti, cattivo odore o sapore in bocca possono essere tutti segni che indicano un problema ai tessuti di supporto dei denti. I sintomi di problemi parodontali non sono sempre presenti, quindi chi è affetto da questo tipo di patologia spesso non ne è consapevole fino a quando la malattia è molto avanzata.
 

COSA FARE?

Appuntamenti regolari dall’igienista permettono di intercettare i segni della malattia.
 

DIAGNOSI

La diagnosi viene fatta attraverso esami radiografici specifici e tramite il sondaggio parodontale che ci permette di quantificare l’entità della perdita d’osso attorno al dente.
 

SEDUTE SPECIFICHE

Individuato il problema si interviene con delle sedute specifiche di igiene per la rimozione della placca batterica e del tartaro sopra e sottogengivale.
 

ANTIBIOTICI

In alcune forme di parodontite aggressiva viene associata la terapia antibiotica per eradicare i batteri più nocivi.
 

APPRENDIMENTO TECNICHE DI IGIENE

Per il mantenimento dei risultati ottenuti è fondamentale che il paziente venga istruito e motivato dall’igienista sulle tecniche per un’efficace rimozione della placca a casa.
 

RIVALUTAZIONE

A distanza di qualche settimana il dentista rivaluta lo stato di guarigione delle gengive e in particolare la diminuzione di profondità delle tasche e la scomparsa dell’infiammazione.
 

CHIRURGIA PARODONTALE

Qualora la sola igiene professionale non sia sufficiente può essere necessario intervenire chirurgicamente con delle tecniche minimamente invasive. Lo scopo è quello di eliminare i difetti ossei e le tasche parodontali per mantenere i denti nel lungo termine. In alcuni casi selezionati è possibile rigenerare l’osso perso attorno al dente con la Chirurgia Ricostruttiva. Negli altri casi la Chirurgia Resettiva permette di rimodellare l’osso danneggiato per eliminare il difetto osseo attorno al dente.